Superare le paure è possibile! Scopri come…

Walter 16 febbraio 2012 10
Superare le paure è possibile! Scopri come…




Uno splendido pensiero su come superare le paure.

Nelle situazioni in cui ti fermi a guardare la paura in faccia acquisti forza, coraggio e fiducia. Devi fare le cose che credi di non poter fare.

Eleanor Roosevelt

Ho sempre creduto che la miglior cosa da fare per star bene con me stesso fosse trovare un modo per dimenticare, togliere dalla testa e gettare nel cestino dei ricordi più remoti tutte le mie paure, le mie fobie, ecc…insomma tutto quello che mi ha sempre tenuto legato ad un modo di vivere limitato.

Questa idea è rimasta nella mia testa per così tanto tempo che credevo fosse l’unica soluzione ed il solo modo per liberarmi di tutti quegli stati d’animo che quotidianamente mi rendevano la vita difficile era non dargli peso, evitarli.

Punto!

La svolta

Mi ha spiazzato capire invece, leggendo un libro in un giorno come tanti, che la soluzione  non era quella anzi!

In poche righe avevo capito che in qualche modo ero nella strada giusta, nel senso che percorrevo la mia lotta per superare le paure ma non avevo intuito che dovevo fare un giro di 180 gradi e guardare indietro!

Mi spiego meglio perché sicuramente un po’ di confusione in testa ora te l’ho messa…:)

Vado più nello specifico, se stai leggendo questo articolo probabilmente sai cosa vuol dire avere delle paure che non ti fanno vivere a pieno la tua vita o che addirittura ti tormentano quotidianamente e non lasciano spazio a tutto quello che potresti essere e fare realmente sviluppando di conseguenza il tuo pieno potenziale.

In che modo hai cercato di superare le paure che ti perseguitano?

Scommetto che hai fatto di tutto per evitarle facendo finta di niente, mentendo a te stesso e a volte hai perfino creduto che fossero magicamente sparite godendoti dei momenti di tranquillità e serenità interiore.

E se questo aggirare il problema non fosse l’unica soluzione?

Dai un nome alla paura

Rimanendo nella tua “zona sicura” hai provato una sensazione di benessere ma così facendo non hai superato le paure, le hai messe da parte e per esperienza personale so che non se ne sono andate perché che tu lo voglia o meno sono parte di te!

Come ho detto prima devi girarti e guardare indietro!

Walter sto guardando dietro di me ma vedo solo il muro di casa mia,cosa c… (cavolo) mi stai dicendo?

Quello che voglio dire e che devi cominciare ad avvicinarti alle tue paure e quando le avrai davanti agli occhi le dovrai guardare intensamente cogliendone i particolari e le sfumature e visto che sono parte di te puoi permetterti di dargli un’ identità, un nome!

Vivi intensamente quel momento e prendi consapevolezza di cosa provi, devi diventare quasi uno studioso critico di quella sensazione, impara a conoscerla a fondo e imparerai a conoscere meglio te stesso.

Devi riuscire a cogliere quello che di positivo e costruttivo può darti la paura ricordandoti che dalle esperienze più brutte della vita ne vieni fuori più forte e più sicuro di te!

A questo punto sorge un piccolo ma fondamentale problema solitamente.

No domani, ora!

Se sei arrivato fino a qui vuol dire che hai veramente voglia di superare le paure che hai dentro perché ormai da troppo tempo limitano te stesso e non ti permettono di vivere a pieno la tua vita!

A questo punto però stai già cominciando a pensare che oggi hai voglia di stare tranquillo e che sicuramente da domani comincerai a seguire i miei consigli, mi sembra di sentire cosa ti dice la tua testa.

Non avevo mai pensato di guardare in faccia le mie paure, sembra una buona idea e un modo per conoscermi meglio però ormai questa giornata va così, tanto mi sento già più tranquillo ad aver trovato un modo diverso di vedere le cose, da domani si parte…:)

SBAGLIATO!!!

Non rinviare ciò che ritieni importante per te stesso e per il tuo benessere personale perché questo modo di fare ti porta a continuare la vita di sempre.

Se fai attenzione ti accorgerai che domani diventa oggi in men che non si dica, questo modo di fare è stato parte di me fin da quando ero adolescente e se hai il mio stesso problema ti consiglio questa guida pratica che personalmente mi ha convinto definitivamente a non rinviare più!

Leggere e informarsi hanno un’utilità vitale ma di fondamentale importanza è agire e proprio per questo ecco le 4 cose che devi fare per guardare in faccia le tue paure:

  • Fai una lista delle paure che vuoi superare ( se è solo una meglio per te )
  • Scegli quella su cui vuoi lavorare per prima e se è troppo grande dividila in “mini-paure”
  • Comincia a guardare in faccia una paura o mini-paura al giorno
  • Premiati come preferisci a fine giornata per aver affrontato la paura perchè te lo meriti

Dopo aver scritto la lista ti accorgerai che ti sembra già di conoscerti meglio. Scrivere le tue paure è un po’ come confidarti con un amico al quale esterni ciò che pesa nella tua coscienza e qual’è migliore candidato come confidente se non te stesso?

A questo punto dovresti aver ben chiaro in mente i punti su cui lavorare per superare le paure che ti tormentano, ma ora hai bisogno di una virtù fondamentale per iniziare.

Il coraggio

superare-le-paure-1

Cominciando a guardare in faccia le tue paure acquisterai sempre più forza,coraggio e fiducia in te stesso, come scritto nella citazione ad inizio articolo, per iniziare però hai bisogno di un pizzico di coraggio.

Ma se ho delle paure come puoi parlarmi di coraggio, che io sappia è l’esatto opposto!

Questo è un malinteso in cui molte persone “cadono” poiché considerano il coraggio come l’assenza di paura, al contrario essere coraggioso significa individuare la tua paura, capire che è parte di te e affrontarla con più serenità possibile nonostante questa ti blocchi.

Affrontando ogni tua paura acquisterai sempre più coraggio e di conseguenza fiducia in te stesso, se non lo farai vorrà dire che sarai fuggito per l’ennesima volta e in qualche modo ti sentirai anche bene perché avrai evitato la strada più difficile, quella lunga ed in salita preferendo percorrere quella più corta e piatta.

Una parte di te però continuerà a sussurrarti nella mente che non va tutto bene, che non sei veramente ciò che sai benissimo di essere nel profondo e che qualcosa manca!

Quel qualcosa è la pienezza della vita che potenzialmente potresti vivere senza la tue paure!

E’  inutile nascondere che quando affrontiamo le sfide più dure della nostra vita e ne usciamo vincitori ci sentiamo meglio con noi stessi, a volte totalmente rinnovati positivamente e pieni di soddisfazione per ciò che abbiamo ottenuto e anche se molte sono state le ferite riportate durante il cammino, sono state tutte risanate dai risultati ottenuti grazie ai nostri sforzi!

Ogni giorno ripeti a te stesso che sei uno sciocco e ti piace farti del male… ma in ogni caso puoi dire che hai imparato a superare le paure che avevi dentro!

Photo credit: D.o.M.e.N.i.C.o & Jinto!

10 Comments »

  1. Enrico 16 febbraio 2012 at 17:31 - Reply

    Io farei una piccola precisazione:
    se la tua paura è quella di andare in macchina a 250 km/h, beh, forse è meglio non provare ad affrontarla ma tenersela e farsene una ragione… :-)

  2. Walter 18 febbraio 2012 at 12:41 - Reply

    Ciao Enrico,
    si direi che in quel caso è una paura “sana” che non può far male se non quando si prova a superarla..:)

    Grazie per il commento.

    Walter

  3. Anna 5 febbraio 2013 at 20:50 - Reply

    Sono pienamente d’ accordo ;)

  4. nicolò melonc. 2 aprile 2013 at 22:13 - Reply

    Mi piace molto il tuo articolo; vorrei saper te come hai fatto per superare le tue paure!??

  5. nicolò melonc. 2 aprile 2013 at 22:16 - Reply

    Io non riesco a levarmela dalla testa la paura; ho visto un film horror. Mi date un consiglio??

  6. angy 3 aprile 2013 at 23:06 - Reply

    Le paure ti bloccano e ti fanno perdere le cose + belle ke ti possono accadere

  7. Valentina 3 luglio 2013 at 11:28 - Reply

    Ciao Walter ho 22 anni fino ai 18 ho sempre fatto sport fino ai 13 nuoto a livello agonistico e poi danza fino ai 18.. A quell età ho smesso di fare sport a causa della maturità e l’estate dello stesso anno ho iniziato a soffrire di attacchi di panico. Te la faccio breve la mia paura più grande è quella di sentirmi male mentre faccio sport…ora non riesco più ad andare in palestra o fare qualsiasi sport perché ho paura di affaticarmi e vado subito in tachicardia..ora ho provato ad affrontare questa paura segnandomi in palestra ma ogni volta che entrò nella sala pesi al solo salire sul talis roulant inizio a sentirmi male…ho provato anche sport in acqua tipo acquamgym o hydrobike…niente mi affatico subito e li scatta la paura..vorrei tornare ad essere quella di prima..in fondo vorrei ritrovare quell animo avventuroso che è stato sostituito da questa costante paura di morire per un infarto.. Hai qualche consiglio da darmi? Grazie mille

    • livia 22 luglio 2013 at 12:03 - Reply

      Ciao Valentina, ho la tua stessa paura. appena mi sforzo fisicamente mi viene una tachicardia incontrollabile e mi attanaglia la paura di morire x un infarto. sto facendo accertamenti medici ma niente, fortunatamente sto bene. sono sempre stata un soggetto ansioso ed in realtà non mi hanno mai dato fastidio più di tanto i miei stati d’ansia, forse per puro masochismo…ma quando inizi a vivere gli attacchi di panico la cosa si fa molto diversa. forse non bisogna sottovalutare le nostre paure, anche le più piccole…ho sempre pensato “sono ansiosa, che posso farci, ci vivo bene nella mia ansia” sottovalutando che con il passar del tempo le ansie possano diventare PAURE INCONTROLLABILI. bisogna lottare, accettare che c’è un problema e capire cosa ci turba e come possiamo superarlo…in realtà vorrei anch’io un consiglio per continuare a fare attività fisica senza che finisca con i miei soliti attacchi di panico però già il fatto che una persona abbia la mia stessa paura mi fa sentire meno sola.

    • Enzo 24 agosto 2013 at 15:43 - Reply

      Un saluto a Valentina e Livia, volevo testimoniarvi la mia esperienza: ho fatto sempre sport agonistico (pallacanestro), fino a circa 20 anni, poi ho smesso per l’università. Per qualche periodo all’anno, magari d’estate facevo un pò di corsa ed esercizi vari. Dopo un lungo periodo di inattività sportiva, al fine di superare un episodio depressivo, ricominciai a correre, ma dopo qualche minuto il cuore mi batteva forte e mi mancava il respiro (mai capitato prima) e avevo la sensazione di soffocare. Da lì mi si è palesato il detto “mens sana in corpore sano” e ho provato in maniera graduale ad allenare il fisico e l’anima. Devo dire che non l’avevo mai fatto prima (perlomeno in maniera consapevole, ma forse solo per abitudine). In effetti ho provato ad identificare le paure e ad affrontarle. Ho imparato a riconoscere meglio le mie emozioni e i sentimenti, dando loro così la giusta importanza, ma soprattutto ho imparato che non basta capirle ma bisogna allenarle mettendole in pratica. così facendo, come per l’attività fisica, in occasione di eventi importanti si è pronti a giocarsi le proprie carte al meglio con la consapevolezza che un esito positivo sarà stata una bella tappa, uno negativo, l’occasione di conoscere meglio e magari superare i propri limiti. in due parole: FARE E AMARE

  8. Laura 14 novembre 2013 at 18:32 - Reply

    ho 14 anni e le mie paure sono grandi , non posso guardarle in faccia perché:
    1.ho paura delle mummie (le ho viste al museo egiziano di roma in gita) e dei vari mostri sui film horror tipo:
    la bambola assassina(il film non l’ho visto ma era una immagine che mi aveva fatto vedere mia sorella
    2. gli vomiterei addosso .
    3.non ho il coraggio di affrontarle ,non voglio rivederle ,una volta mi è bastata.
    4.so che non dovrei avere paura ,i mostri non esistono ma le mummie si. be certo non è che mi verranno mai in casa a uccidermi ma io ho comunque paura .

    ,chi mi li fa guardare? nessuno ,sono io che sono curiosa di vederli ,non mi riesco a fermare

Leave A Response »